Un Promontorio da scoprire

Promontorio Piombino, passeggiate, mareIl promontorio di Piombino è un luogo che ogni visitatore dovrebbe percorrere una volta giunto in città. Costituito da una serie di itinerari attraverso il bosco seguendo la Via del Crinale, oppure fra le scogliere lungo l’antica Via dei Cavalleggeri, offre passeggiate, itinerari trekking, di mountain bike e cavallo a cui unire piacevoli soste nelle piccole spiagge tra le scogliere.

Il nostro itinerario parte dal parcheggio di Cala Moresca, dove c’è uno degli ingressi alla rete di sentieri del promontorio. Si inizia a percorrere il n°302 che è quasi sempre lungo la costa, immerso nella macchia mediterranea, ma nei punti dove si apre offre spunti panoramici notevoli sulla costa e sulle isole dell’Arcipelago Toscano. La cartellonistica informativa, ben fatta, ci aiuta con foto a riconoscere le varie piante fino ad arrivare a Fosso alle Canne passando per Spiaggia Lunga: calette di ghiaia e scogli immerse nella profumata macchia mediterranea.

Dopo una serie di saliscendi e rientri verso l’interno per attraversare i vari fossi che si incontrano, si arriva alla Buca delle Fate con le rocce caratterizzate dai “tafoni”, cavità di varie dimensioni che si formano in rocce granulari come le arenarie. Questa piccola insenatura, che presenta un bellissimo fondale marino con acque spettacolarmente chiare, è situata in una posizione incantevole e panoramica in fondo al promontorio a ridosso della costa alta e rocciosa. Per un itinerario più breve ed uno alternativo a quello suddetto per Buca delle Fate è possibile, invece, passare dall’ingresso del Reciso dove, sulla destra, si inizia a percorrere il sentiero 300, di crinale, su comoda strada bianca. Si passa davanti a quello che rimane della chiesetta di San Quirico, e poi con una breve deviazione sulla destra si arriva ai ruderi del monastero benedettino di San Quirico, situato sulle pendici di Poggio Tondo, non lontano dall’area dove sorse la città antica di Populonia.

Il percorso ha una lunghezza di circa 10 km ed in alcuni tratti non presenta particolari difficoltà, mentre in altri occorre percorrere diverse salite e discese e per questo è consigliabile un abbigliamento appropriato, scorte di acqua ed è preferibile evitare le ore più calde della giornata.