Bianco paglierino, rosso rubino: i migliori vini della Val di Cornia

Nei fertili terreni della Toscana Costa Etrusca, probabilmente già lavorati e arati dagli Etruschi e baciati da quello stesso mare che li ha visti fiorire nei secoli remoti, si producono i migliori vini della Val di Cornia, rinomati e apprezzati in ambito toscano e italiano, e in grado di competere con le eccellenze dell’enologia internazionale.

La fascia di territorio compresa tra il litorale che si affaccia sull’arcipelago toscano, il promontorio di Piombino e l’immediato entroterra del comprensorio delle Colline Metallifere, è un’area che negli ultimi 30 anni ha saputo dare molto al settore vitivinicolo: merito dei suoi terreni ricchi di minerali, della bella esposizione dei suoi versanti e anche del dolce clima mediterraneo che la contraddistingue.

A queste preziose e feconde caratteristiche naturali, si è aggiunta la ferrea volontà e l’attenta ricerca dei produttori locali, che hanno saputo sfruttare al meglio il terroir della Toscana Costa Etrusca, per impiantarvi una viticoltura moderna e all’avanguardia, che si è dimostrata all’altezza di produrre vini dalle pregiate caratteristiche organolettiche e di elevata qualità.

I vini che rientrano nella denominazione Val di Cornia DOC  si ottengono da una nutrita schiera di vitigni, a dimostrazione del grande fecondità e ricchezza dei terreni della Toscana Costa Etrusca. Tra i vitigni a bacca bianca ci sono Vermentino, Trebbiano Toscano, Malvasia bianca lunga, Ansonica e Viognier, mentre tra i vitigni a bacca rossa si coltivano il Sangiovese, il Cabernet Sauvignon, il Merlot.

Questi ultimi due vitigni internazionali di origine bordolese, già coltivati con profitto nella vicina Bolgheri, hanno attecchito nelle vigne della Val di Cornia grazie alla loro capacità di adattarsi a climi molti diversi, e offrono dei vini armoniosi ed eleganti, perfetti per completare le carte dei vini dei ristoranti del territorio.

Tra i migliori vini della Val di Cornia, brilla sicuramente il Val di Cornia Rosso DOCG, frutto dei vitigni a bacca rossa locali di Sangiovese, talvolta con l’aggiunta di una percentuale di Merlot e Cabernet Sauvignon.

Il riconoscimento della Denominazione d’Origine Controllata e Garantita per il rosso della Val di Cornia è stata ottenuta nel 2011, e delimita la sua produzione ai territori dei comuni di Sassetta e Suvereto, e in parte ai comuni di Campiglia Marittima, Piombino e San Vincenzo, nonché al territorio del comune di Monteverdi Marittimo in provincia di Pisa.

Questo ottimo vino si contraddistingue per il suo colore rosso rubino intenso con riflessi granato, e già a livello olfattivo conquista con il suo bouquet di frutti rossi maturi, ciliegia e marasca. I buongustai apprezzeranno il suo tocco fresco e fruttato sul palato, la sua vena minerale e tannica e il suo aroma persistente.

Grazie al suo corpo ampio e robusto si abbina perfettamente ai secondi di carne, soprattutto rossa, dalla tagliata al filetto, dalla grigliata di maiale all’arrosto di cinghiale.

Per gli amanti del vino bianco, all’interno della stessa denominazione rientra anche la tipologia Val di Cornia DOC bianco, la cui composizione è data dall’insieme di vitigni bianchi di Vermentino (min. 50%), Malvasia bianca lunga (max. 50%), ma anche Trebbiano Toscano, Ansonica e Viognier.

Delicato nel colore e nel gusto, con il suo aspetto bianco paglierino brillante, il suo odore delicato e fruttato e il suo sapore fresco e secco, questo bianco si sposa alla perfezione con i piatti di pesce tipici del territorio, dalla palamita al polpo, nonché con i migliori prodotti dell’orto della Toscana Costa Etrusca, come gli spinaci e il famoso carciofo violetto.

Se non vedete l’ora di assaggiare i migliori vini della Val di Cornia, quest’estate avrete molte occasioni: potete partecipare alle molte sagre e alle serate che animeranno i borghi della costa e dell’entroterra, prenotare un’ottima cena o un fresco aperitivo in uno dei pub e dei ristoranti locali, o partecipare a Calici di Stelle.

Si tratta di una manifestazione nazionale promossa dalla Città del Vino, che toccherà diverse regioni e città d’Italia, comprese quelle della Toscana Costa Etrusca.

Non perdetevi quindi l’appuntamento con Calici di Stelle a Suvereto, che sarà la notte di San Lorenzo, il 10 Agosto: mentre attendete le stelle cadenti, potete degustare un buon calice dei nostri vini DOC, accompagnandoli con del buon cibo e del buon intrattenimento.